Cooking Time
Idee

Cibus 2018: la mia giornata a Parma

Si è conclusa da poco la 19esima edizione di Cibus, il Salone internazionale dell’alimentazione che si tiene a Parma a cadenza biennale. L’edizione del 2018 è stata un’edizione ricchissima di eventi a cui hanno partecipato 3.100 aziende alimentari che hanno colto l’occasione – come dice il comunicato ufficiale conclusivo – per presentare ai ben 82.000 visitatori oltre 1.000 prodotti nuovi.

I quattro giorni di Cibus sono stati caratterizzati da eventi di ogni tipo da convegni a workshop, cookingshow e degustazioni hanno arricchito la kermesse che ha portato a Parma prodotti di ogni tipo.

Oggi voglio raccontarvi la mia giornata trascorsa in fiera in compagnia della blogger di iFood. Sono stata a Parma lunedì 7 maggio, il primissimo giorno e non appena messi i piedi in Fiera e raggiungete le mie colleghe blogger è iniziata la nostra avventura tra gli eventi della giornata.

Il primo evento a cui abbiamo partecipato è stato il cookingshow “Come trasformare le alici in oro” organizzato da Rizzoli Emanuelli in collaborazione con lo chef Fabio Potenziano. La Rizzoli Emanuelli è nata nel 1900 grazie a Luigi ed Emilio Zefirino Rizzoli che trasferitisi da Torino a Parma insieme ad Antonietta Emanuelli hanno fondato la Rizzoli Emanuelli Spa, azienda specializzata nella filettatura e nel confezionamento delle alici. Prima dell’inizio dello show cooking ci è stata raccontata proprio la storia dell’azienda che fa dei suoi prodotti un vero e proprio vanto. Nel 1906 sono poi nate le alici in salsa lavorate artigianalmente secondo la ricetta che viene tramandata solo al primogenito della famiglia. Da non dimenticare è anche la scelta del logo dell’azienda. Furono infatti Emilio Rizzoli e Antonietta Emanuelli a scegliere il logo costituito da tre gnomi come simboli di salute, buon auspicio e longevità.

Questa storia mi ha affascinato moltissimo e in men che non si dica mi sono ritrovata ad osservare chef Potenziano ai fornelli. La prima ricetta che ci ha presentato è perfetta per l’arrivo dell’estate: un antipastino con pomodorini gialli e rossi insaporiti con le alici, taralli sbriciolati e spuma di bufala, una meraviglia per gli occhi e soprattutto per il palato.

                            Buonissima anche la seconda proposta: risotto alle alici preparato però senza l’aggiunta di brodo ma di acqua, particolarità che lascia al piatto tutto il sapore delle alici.

      

 

 

Terminato il primo showcooking abbiamo assistito allo storytelling del formaggio Asiago e al cookingshow di chef di Andrea Ruisi impegnato nella realizzazione di un ottimo risotto. 

Nel frattempo mi sono rilassata anche sorseggiando un’ottima Molecola, una cola completamente italiana e che non ha nulla da invidiare alla bevanda che noi tutti conosciamo. Questa bevanda è nata a Torino e il nome è un vero e proprio gioco di parole che mette insieme uno dei simboli del capoluogo piemontese, la Mole Antonelliana, con il nome della bibita. I due nomi poi ne creano un terzo…un’idea geniale! Il monumento è poi riportato anche nel logo. La bevanda è disponibile in tre varianti la versione originale (Rossa), quella senza zucchero (Nera) e soprattutto quella Bimbi senza caffeina che mi ha fatto pensare a quando da piccola dovevo aspettare le feste di compleanno degli amici per bere bevande frizzanti e zuccherine.

 

 

Dal salato siamo passate in men che non si dica al dolce e questo grazie all’evento organizzato da Matilde Vicenzi con la bravissima blogger e soprattutto pasticcera professionista Mariachiara Carelli di VanigliaBourbon che ci ha deliziato con le sue dolci e facilissime creazioni. Purtroppo ho assistito solo alla preparazione di solo due dolcetti: una coppetta con amaretti sbriciolati, camy cream e frutta e delle golosissime finte “peschine” con amaretti, crema al mascarpone e bagnate nel caffè. Cosa ne dite di questi dolcetti? Vi lascio giusto qualche foto per farvi venire un po’ di acquolina!

 

 

 

 

 

          

Purtroppo la mia giornata a Cibus si è conclusa in fretta e con la pancia piena mi sono riavviata carica di emozione e di sorrisi verso la stazione. Vi lascio con questa foto e ringrazio le mie super compagne di avventura: Giulia, Francesca, Mariachiara, Monica, Mary e Luisa, ci si vede alla prossima!

 

Print Friendly, PDF & Email

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    CONSIGLIA Hamburger